MANUTENZIONI

MANUTENZIONE E ADEGUAMENTO NORMATIVO  
DI  IMPIANTI E ATTREZZATURE SPORTIVE 
ADEGUAMENTO ALLE NORME EN-UNI:

UN EN 913: attrezzature da ginnastica. Requisiti generali di sicurezza e metodi di prova.
UNI EN 1270: attrezzature per pallacanestro. Requisiti di funzionalità e sicurezza, metodi di prova.
UNI EN 1271: attrezzature per pallavolo. Requisiti di funzionalità e sicurezza, metodi di prova.
UNI EN 12346: spalliere, scale in lattice e strutture per scalate. Requisiti di sicurezza e metodi di prova.
UNI EN 749: porte da pallamano. Requisiti di funzionalità e sicurezza, metodi di prova.


> I vostri impianti sportivi sono conformi alla normativa vigente?

> Avete previsto un piano per la manutenzione delle strutture?

> Quali sono le normative di riferimento?

> I vostri impianti sportivi rispettano il piano di manutenzione periodico previsto D.M. del 14-01-2008, che al 
capitolo 10, rende obbligatorio tra gli elaborati di progetto un “Piano di manutenzione della parte struttura
dell’opera”?

> In seguito ad una mancata o cattiva manutenzione delle attrezzature sportive, in caso di incidente, chi ne è
responsabile? Quale sono le sanzioni previste?

> Quali sono le azioni correttive da implementare?
 

Sopralluoghi esplorativi e valutazione criticità:

>>FASE 1 – Un team aziendale specializzato nella progettazione ed installazione di attrezzature sportive indoor e outdoor, eseguirà sopralluogo e contestualmente fornirà un documento sulle criticità riscontrate.

>>FASE 2 – In seguito al sopralluogo di verifica statico funzionale delle attrezzature sospese e soggette ad usura e sollecitazioni, verrà presentato un preventivo di manutenzione ordinaria o straordinaria, specificando le priorità ed i rischi connessi al mancato intervento.

>>FASE 3 – Eseguite le operazioni necessarie, verrà redatto un documento ufficiale a firma del Direttore Tecnico della scrivente ditta, da rilasciare al corpo docenti sulle tecniche di utilizzo ed ispezione delle attrezzature verificate. Il documento prodotto, fornirà al Gestore dell’impianto ad al Corpo Docenti, uno strumento facilmente consultabile per la valutazione dell’efficienza, funzionalità e conservazione delle attrezzature.

>>FASE 4 – Qualora il team aziendale, in Fase 2 di verifica statico/funzionale, dovesse rilevare inadeguatezze dei sistemi di posa o conservazione, sottoporrà all'approvazione del Committente un preventivo per l’esecuzione delle modifiche strutturali necessarie ed un preventivo per l’esecuzione delle idonee prove di carico, per l’ottenimento del certificato di idoneità statica. Il certificato sarà redatto da Società di collaudi, specializzata in impiantistica sportiva ed edilizia scolastica.
Sfoglia  la  galleria  con  alcuni dei  nostri  lavori!
Share by: